Nella fotografia digitale il concetto di rumore digitale ricalca i principi della granulosità delle pellicole, in pratica lo possiamo individuare sotto forma di pixel casuali sparsi in tutta la foto e risulta composto da due componenti fondamentali: il rumore di luminanza ed il rumore di crominanza dipendenti, rispettivamente, dal valore ISO (e dalla natura del sensore della reflex) e dal tempo di esposizione. In questo video tutorial di Emanuele Brilli  vediamo

Una delle problematiche con cui ci si deve relazionare, se si decide di stampare delle elaborazioni grafiche, riguarda sicuramente la differenza tra come percepiamo i colori delle immagini a monitor rispetto a come sia poi possibile  riprodurli a stampa. Troviamo la risposta in un breve e ben argomentato articolo che ci indirizza, inoltre, in modo da non essere delusi dalla realizzazione “materiale” dei nostri prodotti grafici digitali.