Sabato 5 novembre al museo Magi ‘900, il museo d’arte delle eccellenze artistiche e storiche a Pieve di Cento, è stata inaugurata una nuova sala permanente dedicata alla femminilità nella Belle Époque, con dipinti, sculture, manifesti, incisioni e riviste di Boldini, Bonzagni, Corcos, Dudovich, Helleu, Martini, Ehrenberger, Rops, Toulouse-Lautrec e altri protagonisti dell’arte europea tra Ottocento e Novecento.

Il percorso espositivo, di cui abbiamo realizzato, in collaborazione con Minerva Edizioni, la comunicazione a parete, con adesivi prespaziati e pannelli sagomati in forex, mette in luce una ricca selezione di materiale fotografico e documentario.

14a
13a
12a
11a
10a
9a
2a
Museo Magi ‘900 – comunicazione a parete
8a
Museo Magi ‘900 – adesivi prespaziati
3a
4a
5a
6a

L’immagine della donna e tutto ciò che evoca l’idea di “eterno femminino” sono così ripercorsi visivamente attraverso dipinti, incisioni, manifesti e una selezione di sculture … che tracciano il percorso della scultura dalla Scapigliatura lombarda al Realismo.

Uno spazio particolarmente significativo è poi riservato alle riviste illustrate, pubblicazioni molto diffuse con cui collaboravano i migliori autori dell’epoca, contribuendo in maniera fondamentale alla diffusione di modelli di bellezza e comportamento più spregiudicati e seduttivi.

bottom

Per condividere...
Share on LinkedInPin on PinterestShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrBuffer this pageEmail this to someone