Le mie immagini verranno esattamente uguali a come le vedo a monitor?
Questa  è sicuramente una delle domande più frequentemente rivolte dai clienti a chi stampa, vediamo quali possono essere i “fondamentali” per approcciarsi alla questione in maniera corretta.

Fermo restando che, per la valutazione di uno stampato, le condizioni ambientali di illuminazione dovrebbero essere sempre ottimali, sia per chi stampa sia per chi realizza il lavoro,  per ottenere un buon risultato nella stampa delle immagini sono necessarie 3 condizioni:
– Conversione colore in CMYK
– Risoluzione (300dpi)
– Profilo Colore (Fogra)

Lavorando con una conversione colore in CMYK (selezionando un profilo CMYK raccomandato ISO Coated, Fogra 39, Euroscale Coated, ecc …) si garantisce un risultato più vicino alle aspettative.

Se si preferisce lavorare in RGB è possibile farlo, saremo noi ad eseguire la conversione colore prima della stampa utilizzando profilazioni standard.
Basta essere consapevoli che il risultato potrebbe discostarsi leggermente dal file inviato.

Per la stampa, è preferibile scegliere una risoluzione compresa tra 200 e 400 pixel/pollice al 100% della dimensione richiesta. Una risoluzione inferiore potrebbe generare delle sfocature o disturbi sulle immagini.
La risoluzione per le immagini a colori o in scala di grigio è 300 dpi in scala 1:1 e 1200 dpi per le immagini al tratto sempre in scala 1:1.

Se non avete la possibilità di creare un file impaginato graficamente in maniera corretta, NON È UN PROBLEMA!!!
Contattateci, all’impaginazione possiamo pensare noi.

Qui trovate le nostre Linee guida di base per la preparazione del file di stampa corretto.

Per condividere...
Share on LinkedInPin on PinterestShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrBuffer this pageEmail this to someone